Congedo matrimoniale: come ottenere le «ferie matrimoniali»?

Condividi su Facebook


Matrimonio
Pubblicato il 22-02-2019 da Redazione
congedo matrimoniale
Due settimane di riposo da dedicare al viaggio di nozze, oppure semplicemente per recuperare le energie dopo i mesi dedicati all’organizzazione del matrimonio.

Tabella dei contenuti


    Sapevate che ai lavoratori dopo le nozze spettano dei giorni liberi ugualmente retribuiti? Si tratta del cosiddetto congedo matrimoniale, un'astensione giustificata dal lavoro da dedicare alla luna di miele o semplicemente per godere appieno del primo periodo da sposini. Ma vediamo insieme in cosa consiste il congedo matrimoniale INPS e soprattutto tutto quello che bisogna sapere per ottenere le vostre ferie matrimoniali.

     

    Congedo matrimoniale INPS: che cos'è e come funziona?

    coppia appena sposata firma il contratto di matrimonio

     

    Il congedo matrimoniale è un periodo di astensione straordinaria dal lavoro, retribuita, del quale il lavoratore può godere in occasione del proprio matrimonio civile o concordatario, senza la necessità di dover attingere dalle ferie.

    In generale, e salvo diverse previsioni del CCNL, le ferie matrimoniali hanno una durata di quindici giorni, necessariamente continuativi, in cui dovranno essere conteggiati anche i fine settimana.

    Il godimento dei giorni di astensione dal lavoro deve aver luogo nei giorni immediatamente consecutivi o, comunque, temporalmente vicini a quelli in cui viene celebrato il matrimonio e non è possibile in ogni caso godere del congedo matrimoniale durante le ferie ordinarie o nel periodo di preavviso del licenziamento.

     

    Congedo matrimoniale posticipato

     

    Non molti sanno che in alcuni casi è anche possibile godere di un congedo matrimoniale posticipato. In particolare ciò può accadere se motivi organizzativi o produttivi aziendali ne impediscono la fruizione in occasione del matrimonio o dell'unione civile.

    In ogni caso, il termine massimo per godere del congedo matrimoniale è di trenta giorni successivi alla data della celebrazione.

     

    Chi può godere delle ferie matrimoniali?

     

    Il congedo matrimoniale inps spetta agli operai, agli apprendisti, ai lavoratori a domicilio, ai marittimi di bassa forza, dipendenti da aziende industriali, artigiane, cooperative che:

    • contraggono matrimonio civile o concordatario;

    • possono far valere un rapporto di lavoro da almeno una settimana;

    • fruiscono del congedo entro 30 giorni dalla celebrazione del matrimonio;

    • siano in grado, seppure lavoratori disoccupati, di dimostrare che nei 90 giorni precedenti al matrimonio hanno lavorato per almeno 15 giorni alle dipendenze di aziende industriali, artigiane o cooperative;

    • non siano in servizio per malattia, sospensione del lavoro, richiamo alle armi, fermo restando l’esistenza del rapporto di lavoro.

     

    L’assegno congedo matrimoniale spetta a entrambi i coniugi, che non siano dipendenti di:

    • aziende industriali, artigiane, cooperative e della lavorazione del tabacco con qualifica di impiegati, apprendisti impiegati e dirigenti;

    • aziende agricole;

    • commercio, credito e assicurazioni;

    • enti locali e statali;

    • aziende che non versano il relativo contributo alla Cassa Unica Assegni Familiari (CUAF).

    L’assegno non viene erogato a chi contrae il solo matrimonio religioso. Si può avere diritto a successivi assegni solo se vedovi o divorziati.

    È possibile godere inoltre del congedo matrimoniale seconde nozze, purché vedovi o divorziati.

    Il congedo matrimoniale, così come stabilito dal CCNL è previsto anche per i lavoratori a tempo determinato che contraggono matrimonio civile o concordatario, nei limiti della durata del rapporto di lavoro.

     

    Assegno congedo matrimoniale: a quanto ammonta?

     

    Come già specificato, durante il congedo matrimoniale il lavoratore può astenersi dal lavoro continuando a godere della propria retribuzione.

    Nel dettaglio, il trattamento economico gli è corrisposto integralmente mediante assegno posto a carico dell'INPS per sette giorni nella maggior parte dei casi e del datore di lavoro per gli ulteriori giorni.

    L'assegno è in ogni caso computato ai fini della maturazione del trattamento di fine rapporto e della tredicesima. Durante il suo godimento, inoltre, il lavoratore matura giorni utili per le ferie.

     

    Quando e come fare la richiesta congedo matrimoniale?

     

    Il lavoratore che intende godere delle ferie matrimoniali deve preventivamente comunicarlo al datore di lavoro, anche per una questione organizzativa o di correttezza. Per poter ottenere l'assegno congedo matrimoniale dall'INPS è invece necessario presentare la richiesta congedo matrimoniale al datore di lavoro non oltre 60 giorni dal matrimonio.

    Come fare la richiesta congedo matrimoniale? Allegando al modulo congedo matrimoniale il certificato di matrimonio o lo stato di famiglia con i dati del matrimonio rilasciato dall’autorità comunale o la dichiarazione sostitutiva di certificazione ex articolo 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445, comprovante lo stato di coniugato e gli estremi del matrimonio.

    I lavoratori disoccupati o richiamati alle armi devono invece presentare domanda all’INPS entro un anno dalla data del matrimonio.

    Ora che sapete tutto, non vi resta che presentare la domanda di congedo matrimoniale e godervi i vostri primi giorni da neo-sposini!

     

    Leggi anche

    copertina

    Viaggio in Norvegia: luna di miele tra fiordi, colori e foreste mozzafiato

    Vivi un'esperienza magica tra fiordi, casette colorate, escursioni e aurore boreali.


    copertina

    Wedding Bag: 10+ idee per realizzare un perfetto «kit invitato»

    Quale miglior modo per ringraziare i vostri ospiti se non con un originale kit d'emergenza?


    copertina

    Spese matrimoniali: come gestire i controlli fiscali sugli sposi

    I nostri consigli per neo e futuri sposi per superare indenni i temutissimi controlli fiscali.


    copertina

    Come chiedere «Vuoi essere il mio testimone di nozze?»

    Scegli bene chi sarà la tua "spalla" (nel matrimonio così come nella vita) e diglielo in modo indimenticabile!


    copertina

    Come scegliere la location per il matrimonio?

    Fai le domande giuste e quello del "fatidico sì" sarà davvero un giorno speciale.


    copertina

    Torta nuziale: scegli la Wedding Cake perfetta per il tuo matrimonio

    Classica o moderna, a piani o monoporzione, naked cake o ruffle cake. Qual è la tua preferita?


    Bouquet sposa: i 6 fiori più belli per il tuo matrimonio

    Crea un bouquet perfetto e ti sembrerà davvero un peccato doverlo lanciare.


    MilanoSposi 2019: torna l’evento più atteso dalle spose meneghine

    Dall'8 al 10 Febbraio appuntamento con la cinquantesima edizione della fiera degli sposi.


    Proposta di matrimonio sulla Luna: un'idea davvero spaziale

    Non esiste senza dubbio dichiarazione d'amore più romantica, ma a che prezzo?


    copertina

    Giuseppe Papini e la nuova Collezione di Abiti da Sposa 2019

    Una linea moderna, femminile e unica nel suo genere, proprio come la sposa che la indossa.


    copertina

    Sposarsi a Venezia 2019: il Wedding Expo dedicato ai futuri Sposi

    Il 16 e il 17 marzo le porte del Complesso dell'Ospedaletto si aprono per le coppie venete in cerca di ispirazione.


    copertina

    «Una Jimmy Choo è per sempre». La collezione di scarpe da sposa 2019

    Decollete, sandali o Flat? Innamorati dei favolosi modelli 2019 e completa il tuo Bridal Look.